Mamma in cucina

Svezzamento fisiologico. Cos’è, come si fa.

Ciao! Se anche tuuu sei una Mamma della Nuova Era stai sgomitano per farti strada tra le mamme del Vecchio Paradigma… sai molto bene che quanto si parla di svezzamento c’è molta informazione, ma una cosa è certa: non si può dire la parola vegano/vegetariano

Giàmmai!!

…figuriamoci parlare di svezzamento fisiologico.

Svezzamento fisiologico: alimentazione senza fibre e con poche proteine

Quando sono andata alla conferenza sullo svezzamento fisiologico credevo si parlasse per lo più di svezzamento vegetariano VS svezzamento carnivoro.

Ho conosciuto il pediatra Proietti e grazie a lui ho scoperto che cos’è lo svezzamento fisiologico…

Lo svezzamento fisiologico è un’alimentazione a misura di neonato, che resta cioè molto simile alla composizione del latte materno: senza fibre e con un apporto di poche proteine (contrariamente allo svezzamento convenzionale).

Come spiega benissimo il libro che ho acquistato lo svezzamento fisiologico è fatto con nutrimenti adatti ad un lattante proprio come è fatto il latte della mamma (o il latte formulato).

Perciò mi sono impegnata a fare le pappette senza latticini, carne e derivati animali, evitando anche fibre di frutta e verdura!

Sono benvenuti i cereali raffinati e i legumi decorticati, creme di frutta secca e semi oleosi, ma anche estratti di frutta e verdura.

Il mio bimbo gradisce molto volentieri soprattutto la ricetta che contiene un cucchiaio di crema di mandorle.

Esempio di spesa al Naturasi

Qualche ingrediente per lo svezzamento fisiologico

Obiettivo principale: mantenere il bimbo in salute

Per diversi mesi (dal 7° al 13° mese del bimbo) ho preparato le pappe come da svezzamento fisiologico e sono certa abbiano fatto bene al mio bimbo e anzi lo mantengano tutt’ora in salute..

Per esempio: un bambino ha bisogno di 10 g di proteine totali al giorno (secondo EFSA e LARN).

L’attuale tipologia di svezzamento convenzionale – carne, pesce e parmigiano – ne fornisce 10 g ogni pappa, superando abbondantemente l’apporto proteico raccomandato a livello internazionale.

Sul libro I primi 1000 giorni – Proietti e Bietolini ci sono tante ricette ed è spiegato in modo chiaro come evitare carenze di vitamine.

Detto ciò, qualunque mamma è libera di scegliere come crescere il proprio bimbo e io non mi intrometto…!

Anche Big Daddy (carnivoro) ha trovato la conferenza interessantissima e ha insistito per comprare il libro I PRIMI 1000 GIORNI di Luciano Proietti con le ricette per le pappette.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *