Volevo salvare il mondo, così ho fatto un figlio... Anzi due.

Un meritato riposo per la placenta dopo 9 mesi di servizio

19 Agosto 2020 | Lascia un parere

Seppellire la placenta

Dicono che i bambini nati con il Lotus Birth siano profondamente collegati con la saggezza della Terra e possiedano la chiave per la futura sopravvivenza dell’umanità perché sapranno fa risplendere la Luce della coscienza nella densità del piano fisico…

Questo pensiero l’ho letto tanti anni fa sul libro Lotus Birth: il parto integrale – Nati con la Placenta, e da allora ho capito che avrei scelto il Lotus Birth per le loro Nascite.

Lotus Birth

Questa pratica consiste nel lasciare il cordone ombelicale attaccato alla placenta e al bambino fino al suo naturale distacco. Se ti interessa sapere qual’è stata la mia esperienza ne parlo in questo post .

Vi ricordo che i neonati venuti alla luce con il Lotus Birth sono più integri, liberi da segni di sofferenza e di stress, rispetto ai bambini alla quale è stato reciso il cordone.

Il mio Libro

La placenta

Secondo alcune culture la placenta è come un fratello, ci nutre e ci protegge impedendo a tutto ciò che è dannoso di raggiungerci.

Il bambino dalla placenta riceve una consistente quantità di sangue: si tratta di un terzo o addirittura il 50% del volume totale che ha prodotto nei 9 mesi.

Il rituale di seppellire la placenta

La giusta conclusione per il Lotus Birth è la restituzione della placenta alla terra con la quale essa è in profonda risonanza. Per questo è importante seppellire la placenta in terra.

Col primo figlio, nel 2017, avevo conservato per diverse settimane la placenta in frizer, ma questa volta, ho preferito seppellirla subito sotto una pianta.

Placente, frizer e raffreddori

Nel 2017 col mio primo Lotus avevo letto su un gruppo di facebook che la placenta, anche nei giorni successivi al distacco, è collegata lo stesso con il bambino e che non andrebbe conservata in frizer per via del freddo perché questo potrebbe dare problematiche alle vie respiratorie (tipo raffreddore per intenderci).

Incredibile ma vero: il mio bimbo nei primi due mesi di vita aveva spesso il nasino chiuso. Ma appena ho seppellito la placenta gli è passato tutto e non ne ha più sofferto.

Senza giardino si fa come si può

Lotus Birth - Seppellire la placenta
Per i più sensibili ho sfuocato la placenta con Photoshoppe

Dopo aver acquistato una pianta che mi piace (in questo caso un’ortensia) mi sono attrezzata di fotocamera, paletta e guanti da giardino.

Il cordone si è staccato dopo circa 5 giorni dalla nascita, la quarantena era appena finita, era maggio 2020.

Ho tolto la placenta dal sacchettino che la conteneva, odorava di carne, un po’ disgustoso per una vegetariana come me.. ma ho resistito e, dopo averla lavata per togliere il sale grosso, l’ho seppellita nella terra in un vaso di terra cotta (quello della foto).

Sono stata un po’ sbrigativa e ho detto qualcosa tipo “Ti ringrazio per il tuo servizio e per tutto ciò che hai fatto per il mio bimbo”.

Ho annaffiato e sono rientrata in casa.

Scritto da | Tag:, , ,

Leggi altri post:

Lascia il tuo parere

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

© Mamma della Nuova Era | 2020