Scelte alternative per migliorare il mondo e l'Anima

Il percorso spirituale Buddista di Deborah. «Mi trasformo e divento una persona nuova»

7 Dicembre 2018 | Lascia un parere

Il mio percorso spirituale Buddista inizia così: con la domanda in testa “desidero veramente vivere cosi?” Piena di insoddisfazione lavorativa, insicurezza, avversità nel sistema, attaccamento al denaro e alle mie certezze. Paura di cambiare. 

Un giorno è arrivato il momento di rischiare.

Cambio paese, casa, abitudini, alimentazione e seguo il desiderio più grande in assoluto: trasformarmi per diventare una persona nuova!

Inizio a vivere davvero

Durante i primi giorni del mio cambiamento interiore, in preda all’ansia e ai dubbi ho deciso di leggere un libro dal titolo Il Budda nello specchio che descrive questa magnifica filosofia del Buddismo.

Ho sentito che “qualcuno” mi ha guidata affinché prendessi questo libro.

Il Budda nello Specchio principalmente tratta nozioni buddiste secondo gli insegnamenti di Nichiren, il quale diede un’espressione pratica e concreta della filosofia buddista che Shakyamuni aveva insegnato. 

Esprime il cuore del Sutra del Loto, e perciò l’illuminazione del Buddha, in una forma accessibile a tutti. 

Basandosi sul titolo del Sutra del Loto, stabilì la pratica dell’invocazione del NAM MYOHO RENGE KYO.

Quel giorno pronunciando il mantra tutto è diventato più chiaro, tutto pesava meno perché in me avevo risvegliato qualcosa!

La  spiritualità va curata con la consapevolezza

 Eccomi nel mio percorso spirituale

Sto imparando a vivere con il minimo necessario perché ho iniziato a vivere, questo mi ha permesso di avere più tempo e spazio interiore, perché ho il lusso della non sopravvivenza, evitando ogni giorno di ritornare vittima del sistema e della società. 

Ho incominciato a scegliere come utilizzare il mio tempo!

Quante volte ci poniamo la domanda – come voglio essere? è difficile da capire e soprattutto da mettere in pratica che la  spiritualità va curata, coltivata e per fare questo dobbiamo avere CONSAPEVOLEZZA.

La pratica Buddista nella mia vita quotidiana

Incominciai a recitare il mantra 15 minuti la mattina e 15 minuti la sera, questo per aiutarmi ad entrare in comunione con la Legge mistica.

Ma le mie ricerche mi portano a conoscere il Lama Michel Rinpoche, maestro buddhista della tradizione NgalSo Ganden Nyengyu, riconosciuto all’età di 8 anni come Tulkureincarnazione di un maestro tibetano.

Per dodici anni ha ricevuto la formazione tradizionale della pratica di filosofia buddhista tibetana presso l’Università Monastica di Sera Me, nel sud dell’India.

E solo grazie a lui che capii l’importanza della meditazione e allo stesso tempo mi aiuta a correggere quei pensieri o quei veleni che si sviluppano nella mia mente.

Lama Michel Rinpoche non trasferisce insegnamenti teorici di filosofia, ma insegnamenti adattati alla nostra realtà quotidiana, che offrono una differente chiave di lettura della nostra vita e che sono in grado di far sorgere nel nostro cuore nuova pace e armonia.

Scritto da | Tag:

Leggi altri post:

Lascia il tuo parere

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

© Mamma della Nuova Era | 2020