Mamma della Nuova Era

Voglio salvare il mondo.. così ho fatto un figlio... anzi due

Come fare compost sul balcone

16 Aprile 2022 | Nessun commento | Dammi il tuo un parere

Compost sul balcone compostaggio

Un giorno ho deciso di ottimizzare gli scarti di frutta e verdura così ho fatto il compost in balcone.

Ormai il compost non è più un segreto!

Le mie piante ringraziano e il pattume dell’umido anche. Il compostaggio è una pratica che permette di tramutare gli scarti organici della cucina in buon-cibo per le piante.

Con un po’ di impegno e di attenzione dopo circa 5 o 6 mesi comincerà a formarsi il terriccio. Nel mio caso non si formano odori sgradevoli.

Contenitore per compost sul terrazzo

Per il compost sul balcone ti serve un contenitore spazioso (io ho preferito usarlo di materiale naturale come il cotto)

Per realizzare una compostiera per balcone si può usare un secchio di plastica bucherellato che permette l’areazione, ma io preferisco il classico vaso cotto che avevo in casa. Il cotto è un materiale naturale che deriva dall’argilla.

In che zona del terrazzo posizionarlo?

Sul tuo terrazzo cerca di posizionare il tuo vaso o il tuo secchio in un angolo possibilmente ombreggiato durante stagione estiva. Posizionalo con un sottovaso in modo da impedire agli eventuali liquidi di fuoriuscire.

La stratificazione

Io mi sono abituata a creare degli strati con terra e rametti o foglie secche, alternate a scarti verdi, buccia di frutta e verdura, scarti di caffè o the. (non mettere pesce o carne o cibi cotti)

Come primo strato a partire dal basso metto rametti e foglie secche per impedire all’umidità che si forma di uscire dal fondo.

Nella stagione estiva sarebbe ideale mettere il vaso in un posto ombreggiato.

Cosa mettere

  • scarti di frutta e verdura
  • bustine di thè e resti del caffè
  • gusci d’uova
  • fogliame vario, scarti di erba
  • paglia, rametti
  • carta assorbente da cucina e tovagliolini di carta.

Consigli

Se il tuo compost è troppo secco ti consiglio di aggiungere un po’ di acqua, perché il compost deve sempre risultare umido. Potrebbe fare un po’ di muffa e non è un problema. Se ha odore sgradevole, forse è troppo bagnato.

Ogni tanto mescola il tutto così il processo di decomposizione accelera. Gli odori sgradevoli derivano da un compost che marcisce.

Quando il compost sarà pronto potrei usarlo per le tue piante, una volta l’ho usato per la terra dell’ortensia che ho piantato per seppellire la placenta

PS: io non faccio compostaggio coi lombrichi

Scritto da Mamma della Nuova Era

Scelgo un nuovo modo di vivere, quello secondo la linea del Cuore. Sono una mamma interessata a temi spirituali, le decisioni che prendo sono dettate da un importante ascolto interiore e da ricerche personali.

Visualizza tutti i post →

Condividi il post:


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

© Mamma della Nuova Era | 2022