allattamento-prolungato-al-seno
Mamma della Nuova Era

Allattamento prolungato, smetto quando lo chiede mio figlio.

“Smetto l’allattamento al seno solo quando me lo chiede mio figlio.” Quel giorno è arrivato dopo 2 anni e mezzo. (qualche giorno fa)

Ho fantasticato molto su quel momento… immaginandomi con un bicchierone di vino a festeggiare con le amiche…

È arrivato in modo così naturale e spontaneo e mi è un po’ dispiaciuto..
Mio figlio ha semplicemente smesso di chiedermi la popperina.

Forse complice il fatto di essere di nuovo incinta ha reso il sapore del mio latte meno buono.. non so.. in ogni modo avevo già notato che le poppate erano diventate assaggini veloci prima di dormire. (questo ha evitato ingorghi per fortuna)

Un difficile inizio

Ricordo come terribile il primo mese di allattamento:

  • difficoltà di partenza,
  • dolore al seno,
  • inesperienza totale,
  • fragilità emotiva,
  • numerose le tentazioni di comprare l’artificiale e smettere per sempre.

Ho resistito e tutto ha preso ad andare benissimo, ho capito l’importanza dell’allattamento sia per me come mamma, che per il piccoletto in crescita.
Il primo anno allattavo di giorno e di notte, il secondo anno principalmente solo la notte.

Un sacrificio per amore

Ricordo che, quando Thomas aveva pochi mesi, una mattina al Bar ho incontrato una mamma con figli grandi che mi ha detto e consigliato (in base alla sua esperienza personale) di smettere di allattare perché per una giovane mamma è un sacrificio troppo grande…

È vero è un grosso sacrificio, ma l’ho fatto per mio figlio.

Sono per la libera scelta e non giudico le mamme che preferiscono l’artificiale o smettere di allattare, ma quella mattina al bar dentro di me avevo capito che non avrei smesso così presto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *